Le lettere dell'alfabeto arabo 

ِ حُرُوفُ  اللُغَةِ العَرَبِيَّة 

Le lettere dell'alfabeto arabo 

La lingua araba possiede un alfabeto composto di ventotto lettere, che si scrivono da destra verso sinistra. Di queste, molte sono consonanti, mentre, poche sono vocali. Ciascuna parola araba, quindi, è composta da consonanti e da vocali. Del resto come accade anche in italiano.

Inoltre, in ciascuna parola, le lettere si legano tra di loro, a destra e a sinistra. Tuttavia sei lettere legano solamente a destra e non a sinistra, per cui bisogna lasciare uno spazio dopo queste sei lettere, proprio per evidenziare la loro peculiarità.

Adesso se osserviamo, attentamente, le tabelle dell'alfabeto, notiamo che ogni lettera possiede una forma iniziale, una forma mediana ed una forma finale, ciascuna, da usare in relazione alla posizione che la lettera occupa all'interno della parola. Quindi, se, per esempio, la lettera "Alif", cioè la prima lettera dell'alfabeto, rappresenta la prima lettera di una parola, questa si scrive secondo la sua forma iniziale, se si trova nel mezzo, assume la forma mediana, se, invece, è l'ultima lettera della parola, assume la forma finale. Questa logica si applica a tutte le lettere dell'alfabeto arabo. Essendo questa la caratteristica principale delle lettere dell'alfabeto arabo, bisogna imparare l'intero elenco delle lettere, ciascuna con il suo suono e la sua grafia, poi, di ogni lettera, bisogna conoscere anche le sue tre forme di posizione, perché ogni lettera potrebbe trovarsi all'inizio, alla fine oppure nel mezzo della parola.

Oltre a queste caratteristiche, va detto che non esistono né lettere maiuscole né lettere minuscole, così come non c'è differenza tra la forma in stampatello dei libri e quella corsiva a mano. Inoltre, non esistono regole particolari di lettura, in quanto, come accade in italiano, l'arabo si legge così come è scritto, ragion per cui non è difficile imparare a decifrare l'arabo, bastano anche poche lezioni ed il risultato è raggiunto.